Snobismo (a partire da certe discussioni di cinema)

Siccome troppe volte in questi anni ho sentito gente che preferiva farsi consigliare i film dal pizzicarolo di fiducia che dai critici (detto sempre con una sfumatura di malcelato schifo, quel “critici”), gente contenta di spernacchiare a più non posso le ragioni della cultura alta in nome dell’arte popolare (laddove si faceva presto a tradurre […]

Intelligentismo

Mi piacerebbe far passare attraverso le mie righe una sensibilità temprata dall’ironia, un’intelligenza scaldata dalla passione, invece della smartness un po’ sterile di cui sono malati molti blogger, twittatori, commentatori, insomma professionisti del social net che spesso mostrano nettamente il profilo psicologico del geek anaffettivo. Certe scritture atteggione del web (come di certo cinema, televisione […]

5 incipit (non miei)

Il segno dei quattro Sherlock Holmes tolse una bottiglia dalla mensola del caminetto e una siringa ipodermica da un lucido astuccio di marocchino. Con le lunghe dita, bianche e nervose, avvitò all’estremità della siringa l’ago sottile e si rimboccò la manica sinistra della camicia. I suoi occhi si posarono per qualche attimo pensierosi sull’avambraccio e […]

Saggezze spicciole

In rete va molto la citazione inspirational, la saggezza (o pseudo tale) distillata in una/due frasi buone da rivendersi in ciascuna occasione digitale. Bene, per non essere da meno: una dozzina di aforismi ramazzati in giro che mi piacciono particolarmente.   La fortuna è ciò che accade quando la preparazione incontra l’opportunità. (Woody Hayes – […]

Il tempo di Spighetta

Ancora un omaggio a Olga Tokarczuk (l’ultimo, per il momento). Tra i tanti abitanti di Prawiek, c’è Spighetta, che vive ai confini tra lo spazio d’azione degli umani e le forze della natura. Si fa ponte, come direbbe Alex Langer… Ci sono due modi di apprendere. Dall’esterno e dall’interno. Il primo è considerato il migliore, […]

Prosciugamenti/ Ipertrofie

Una volta, con l’inconscienza della gioventù, volevo scrivere un trattato in cui dividevo il mondo tra poeti dell’accumulo e della sottrazione. Doveva chiamarsi Prosciugamenti/Ipertrofie. L’eccesso, l’opulenza, il parossismo, l’iperbole, la dismisura, il pieno, la molteplicità, lo scialo, lo spreco, l’orpello, la ricchezza, il sovraccarico, la bulimia, la saturazione, l’esasperazione, il dannunzianesimo vs la semplicità, l’austerità, […]