Sostiene Janina

Scoprire (sempre in colpevole ritardo, ma sono tutt’altro che attaccata alle ultime uscite) romanzi (voci) così, è emozionante, direi toccante: in fondo è come scoprire di non esser sol*, e viene subito da condividere un po’ delle folgorazioni ricevute durante la lettura. Ecco qui. Ho sempre avuto la sensazione che i piedi siano la parte […]

Il paradosso dell’orango

Traffico ogni giorno con le parole, nelle parole credo, alle parole cerco di conferire la giusta attenzione. Siccome tra le varie cose cui sto lavorando ce n’è una in particolare dove il rapporto tra animali umani e non, con tanto di mediazioni e passaggi di stato, è cruciale, riflettevo di nuovo su un tema che […]

(in)Esperta

Ammiro gli esperti, ma non li invidio. A una certa età si prende atto, ci si rassegna. Lo specialismo non è la mia strada, e ormai da tempo ho assorbito il rimpianto di non potere – costituzionalmente – diventare esperta di niente, sia cinema estremorientale o letteratura fantastica, serie tv o post-rock. Non è che […]

Ascoltate la Yourcenar

  (da qui) Sobrietà Mi sono fatta una filosofia, se posso usare una parola così solenne, conforme alla quale non compero mai niente senza prima chiedermi se in fondo non potrei farne a meno. Il mondo è così strapieno di cose: perché peggiorare la situazione? Del resto, potrei andarmene da qui senza difficoltà. Rimpiangerei gli […]

Chiara, Lara e le altre

C’è un nuovo libro di Loredana, Questo trenino a molla che si chiama il cuore. La collana è Contromano di Laterza, che si occupa dello spirito dei luoghi rivelato tramite la scrittura (ne avevo già letto qualcuno, quello di Carofiglio su Bari, della Stancanelli su Firenze, e poi Vento forte tra Lacedonia e Candela di […]

Tear Down the Wall

Ultimamente mi veniva da trovare, comparando due ambiti di mio interesse quotidiano, delle analogie non sorprendenti, per carità, ma in qualche modo rivelatorie. Mi riferisco ad altrettante polarizzazioni che nella frequentazione di certi gruppi e utenti di social network balzano all’occhio: una è la contrapposizione tra il “fronte” animalista e quelli che (parafrasando una pagina […]

Ortesiana II (cit.)

Io ero nel dolore, caro amico, e preoccupato soprattutto del dolore altrui, anzi era questo il più gran dolore, e giunsi a supporre, in un momento della mia malattia, che dolore e ribrezzo fossero il seme, per così dire, del mondo, mentre non sono che una febbre di crescita, non altro. Dalla fuggevole età della […]

Ortesiana

Ultimamente, da quando ho finito Alonso e i visionari, molte delle mie riflessioni letterarie girano intorno ad Anna Maria Ortese. Penso in modo quasi ossessivo alle “cose” che, appena ti par di afferrarle, sfuggono di un passo significante più in là, nella trilogia fantastica-metamorfica della Ortese, a quella peculiarissima qualità allucinatoria dovuta al suo concepire […]

Qualche citazione da “Le vie dei canti”

Leggendo Le vie dei canti mi son segnata alcuni passi dagli appunti sull’abortito libro sul nomadismo che interpola il resoconto del viaggio australiano di Chatwin. A me paiono illuminanti a proposito del rapporto stringente tra sottomissione dell’animale non umano e di quello umano, di come l’una si trasli nell’altro. Il capitalismo impara a trattare gli […]

24 settembre

Ringraziando gli amici Ale e Vale per l’attenzione che hanno cortesemente voluto dedicarmi, devo però rimarcare qualche inessattezza nel loro inatteso post di auguri. Vero è che dei compleanni preferisco quelli degli altri, buone occasioni per sbizzarrirmi nella delicata arte del regalo, come che I miei primi 40 anni campeggia in un posto d’onore nella […]